Futures Petrolio: cosa sono e come Investire con i Futures sul Petrolio Brent e WTI

Ogni giorno quando apri un giornale o ascolti la radio, riesci sempre a sapere delle notizie sul prezzo del petrolio che va in una direzione o nell’altra. Per il consumatore medio è facile avere l’impressione che ci sia un singolare mercato mondiale per questa fonte di energia cruciale e che si concretizza con investimenti di Futures sul Petrolio Brent e WTI. Prima di addentrarci sui metodi di investimento con Futures sul Petrolio Brent e WTI, sicuramente ti farà piacere sapere qual è la differenza sostanziale tra questi ultimi due. 

Il petrolio Brent e WTI vengono così definiti in relazione alla loro origine e cioè da dove vengono estratti. Il Brent grezzo viene infatti prelevato dai fondali del Mare del Nord, mentre il WTI che è l’acronimo di West Texas Intermediate come si evince dal nome stesso, viene estratto per la maggior parte dallo stato del Texas, ma anche dalla Louisiana e dal Nord Dakota. Il prezzo tra le due tipologie di petrolio non è mai lo stesso; infatti, in genere uno è sempre più costoso dell’altro, anche se entrambi sul mercato sono considerati “light” ovvero con scarsa densità e che si prestano per lavorazione e raffinazione. 

I Futures: l’opzione primaria per monetizzare con il Petrolio Brent e WTI

In realtà, ci sono diversi tipi di petrolio grezzo, Ad esempio, per i raffinatori è più facile produrre benzina e gasolio a partire dal basso tenore di zolfo rispetto al petrolio con elevate concentrazioni di questo elemento. 

A causa di queste sfumature, gli acquirenti di petrolio greggio insieme con gli speculatori, hanno bisogno di un modo semplice per valutare la merce in base alla sua qualità e posizione sul mercato. Alcuni benchmark come il petrolio Brent e il WTI servono a questo importante scopo. 

Le principali fonti petrolifere mondiali 

Oggi nel mondo ci sono molti benchmark petroliferi, ma tuttavia la maggiore del mercato ne opera su due: il Petrolio Brent e WTI. Il primo costituisce i due terzi delle contrattazioni mondiali poiché il greggio in oggetto è leggero e quindi ideale per la raffinazione che porta poi alla creazione di gasolio e benzina, e poiché l’approvvigionamento avviene va mare ed è facile da trasportare in luoghi lontani. 

Il WTI si riferisce invece al petrolio estratto dai pozzi negli Stati Uniti ed inviato tramite condotte a Cushing in Oklahoma, ed inoltre è importante sottolineare che oggi il WTI continua ad essere il principale petrolio consumato negli Stati Uniti.

Il mercato dei Futures per il petrolio Brent e WTI

Fin ad alcuni decenni fa in moti acquistavano principalmente petrolio greggio disponibile sul mercato, ovvero pagavano il prezzo corrente e accettavano la consegna entro poche settimane. Tuttavia dopo la crisi petrolifera della fine degli anni ’70, i raffinatori e gli acquirenti governativi hanno iniziato a cercare un modo per minimizzare il rischio di improvvisi aumenti dei prezzi.

La soluzione è arrivata sotto forma di Futures, che sono legati a un grezzo specifico di riferimento. Con questi strumenti d’investimento, gli acquirenti possono oggi bloccare il prezzo per diversi mesi o anche anni ed in netto in anticipo. Se il prezzo del grezzo di riferimento aumenta in modo significativo, l’acquirente è meglio tutelato proprio con i Futures. Sempre a riguardo di questi ultimi, va aggiunto che la maggior parte si scambiano in diverse borse. I Futures sul Brent sono ad esempio disponibili su ICE Futures Europe, mentre i contratti WTI vengono venduti principalmente sul New York Mercantile Exchange o NYMEX. 

Il trading online: la nuova frontiera dei Futures su Brent e WTI

Oggi grandi e piccoli investitori grazie alle tante piattaforme online di trading, possono scommettere su ciò che accadrà in termini di differenza tra i due benchmark. I partecipanti a questa analisi di mercato in genere prendono in considerazione i fondamenti di una specifica fonte di petrolio, e con dati abbastanza attendibili alla mano (grafici a medio e lungo termine) possono individuare con un margine d’errore molto piccolo se il divario tra due indicatori si allargherà o si chiuderà. 

Il trading tuttavia tende ad essere particolarmente pesante quando uno dei due benchmark subisce una volatilità insolita. Ad esempio, le opzioni di spread WTI-Brent su NYMEX hanno registrato tra il 2011 e il 2013 un volume di scambi record dopo che un eccesso di greggio negli Stati Uniti ha mandato i prezzi WTI in tilt rispetto a Brent. 

Il ruolo del trader sul mercato de Futures

Un trader investe sui Futures del Petrolio Brent e WTI se prevede un incremento di prezzo di questi ultimi. Per fare un esempio supponendo che il contratto venga stipulato in una data in cui il WTI è quotato a 30 dollari a barile, in un contratto Futures con scadenza semestrale potrebbe valerne 35. 

Tale condizione è ideale per un soggetto che intende speculare ulteriormente; infatti, se pensa che il prezzo nello stesso periodo sarà anche superato toccando ad esempio 45 dollari, il contratto gli servirà per rivenderlo intascando 10 dollari lordi. Viceversa, se prevede un ribasso delle quotazioni del petrolio per limitare le perdite dovrà vendere i Futures.

Disclaimer
prezzodelpetrolio.com è un sito con finalità esclusivamente didattiche, i contenuti presenti non devono essere intesi in alcun modo come consiglio operativo di investimento né come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. Qualunque strumento finanziario venga eventualmente citato é solo a scopo educativo e didattico. Gli articoli di questo sito non costituiscono servizio di consulenza finanziaria né di sollecitazione al trading online.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria. Tra il 66 e l'89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro. Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.